Picker Icon

Select Your Style

Choose your layout

PREVENIRE VUOL DIRE PROTEGGERSI – 9 utili consigli da seguire per evitare l’ipoacusia
L’ ipoacusia, o abbassamento della capacità uditiva a carico di uno o entrambe le orecchie , si può manifestare a tutte le età. Ad oggi i dati statistici parlano di disturbo che interessa 7 milioni di persone in Italia e 360 milioni di persone al mondo. Le motivazioni principali di questa patologia sono legate a più fattori, alcuni dei quali, con piccoli accorgimenti, possono essere evitati o ridotti. Vediamo insieme le cause principali del deficit uditivo:
  1. L’invecchiamento dell’orecchio e la degenerazione delle cellule acustiche, rappresenta una delle cause principali del l’ipoacusia. (ovviamente si manifesta a tarda età)
  2. Il trauma acustico, cioè l’esposizione prolungata a rumori e suoni di elevata intensità. Secondo l’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) circa un milione di persone tra i 12 e i 35 anni sono a rischio sordità, poiché si adottano comportamenti rischiosi all’orecchio, quali l’ascolto di musica in cuffia ad alto volume.
  3. Infezioni dell’orecchio.
  4. Farmaci ototossici, cioè farmaci con controindicazioni legati alla capacità uditiva.
  5. Predisposizione genetica.
Di seguito alcuni consigli per limitare l’insorgere di questa patologia.
  • Limitare il volume e il tempo dedicato all’ascolto della musica in cuffia impostando l’intensità media e riducendo l’utilizzo a non oltre i 60 minuti consecutivi.
  • Non frequentare ambienti troppo rumorosi o nel caso dotarsi di dispositivi di protezione.
  • E’ meglio igienizzare sempre gli auricolari prima di inserirli nell’orecchio, poichè può prevenire l’insorgere di alcune infezioni.
  • Assumere particolari farmaci solo dietro indicazione e stretto controllo medico.
  • Se l’ udito inizia a diminuire è importante intervenire subito, proprio per non insorgere in disagi che possano ricadere sulla sfera sociale ed emozionale.
  • Evitare l’eccessivo consumo di alcolici, all’interno di un regime alimentare equilibrato.
  • Non fumare
  • Effettuare un esame periodico della capacità uditiva.
  • Svolgere regolarmente attività sportiva.
       Dott. Pagnotta Giorgio – Audioprotesista 

Commenta